SAN MARTINO E VINO NOVELLO
Foto di gruppo Cena Comitato V'vtella 2018

SAN MARTINO E VINO NOVELLO

Ciao a tutti.
Visto che si avvicina l’11 Novembre abbiamo deciso di scrivere un post con un po di notizie e curiosità, prese dal Web, su San Martino e il Vino novello.

SAN MARTINO DI TOURS

Partiamo dal Santo. 




SAN MARTINO

Da Wikipedia : 

Martino di Tours (in latino: Martinus; Sabaria, 316 circa – Candes-Saint-Martin, 8 novembre 397) è stato un vescovo cristiano del IV secolo. Originario della Pannonia, nell’odierna Ungheria, esercitò il suo ministero nella Gallia del tardo impero romano. Tra i primi santi non martiri proclamati dalla Chiesa cattolica, è venerato anche da quella ortodossa e da quella copta. Si celebra l’11 novembre, giorno dei suoi funerali avvenuti nell’odierna Tours.È considerato uno dei grandi santi della Gallia[1] insieme a Dionigi, Liborio, Privato, Saturnino, Marziale, Ferreolo e Giuliano.In Italia vi sono oltre 900 chiese a lui dedicate.[2] È uno dei fondatori del monachesimo in Occidente.In Italia, San Martino è considerato patrono dell’arma di fanteria dell’esercito

Dal sito SANTI E BEATI

Sabaria (ora Szombathely, Ungheria), 316-317 – Candes (Indre-et-Loire, Francia), 8 novembre 397.Nasce in Pannonia (oggi in Ungheria) a Sabaria da pagani. Viene istruito sulla dottrina cristiana ma non viene battezzato. Figlio di un ufficiale dell’esercito romano, si arruola a sua volta, giovanissimo, nella cavalleria imperiale, prestando poi servizio in Gallia. È in quest’epoca che si colloca l’episodio famosissimo di Martino a cavallo, che con la spada taglia in due il suo mantello militare, per difendere un mendicante dal freddo. Lasciato l’esercito nel 356, già battezzato forse ad Amiens, raggiunge a Poitiers il vescovo Ilario che lo ordina esorcista (un passo verso il sacerdozio). Dopo alcuni viaggi Martino torna in Gallia, dove viene ordinato prete da Ilario. Nel 361 fonda a Ligugé una comunità di asceti, che è considerata il primo monastero databile in Europa. Nel 371 viene eletto vescovo di Tours. Per qualche tempo, tuttavia, risiede nell’altro monastero da lui fondato a quattro chilometri dalla città, e chiamato Marmoutier. Si impegna a fondo per la cristianizzazione delle campagne. Muore a Candes nel 397. (Avvenire)

Patronato: Mendicanti

Etimologia: Martino = dedicato a Marte

Emblema: Bastone pastorale, Globo di fuoco, Mantello

Martirologio Romano: Memoria di san Martino, vescovo, nel giorno della sua deposizione: nato da genitori pagani in Pannonia, nel territorio dell’odierna Ungheria, e chiamato al servizio militare in Francia, quando era ancora catecumeno coprì con il suo mantello Cristo stesso celato nelle sembianze di un povero. Ricevuto il battesimo, lasciò le armi e condusse presso Ligugé vita monastica in un cenobio da lui stesso fondato, sotto la guida di sant’Ilario di Poitiers. Ordinato infine sacerdote ed eletto vescovo di Tours, manifestò in sé il modello del buon pastore, fondando altri monasteri e parrocchie nei villaggi, istruendo e riconciliando il clero ed evangelizzando i contadini, finché a Candes fece ritorno al Signore.”

 


Adesso parliamo di Vino Novello

VINO NOVELLO

Da Wikipedia

“Un vino novello (in francese: vin primeur o nouveau) è un vino ottenuto tramite la tecnica della macerazione carbonica e venduto nello stesso anno della vendemmia da cui proviene.Un esempio di vino novello è il francese Beaujolais nouveau.

IN ITALIA : La dicitura “vino novello” è normata in Italia dal D.M. 6 ottobre 1989, modificato in seguito dal D.M. 13 agosto 2012. La normativa italiana richiede, affinché il vino ottenuto possa definirsi novello, che il processo di vinificazione carbonica riguardi il 40% delle uve, mentre il restante 60% può essere trattato con tecniche di vinificazione classiche. L’ampia discrezionalità concessa ai produttori rende possibile trovare in commercio novelli con una percentuale di vino ottenuto da macerazione carbonica molto variabile, dal 40 al 100%. Tra l’Italia e la Francia ci sono, inoltre, altre tre differenze rilevanti:

  • i vitigni utilizzati per questa tecnica sono in Italia 60, dei quali 7 cosiddetti internazionali;
  • il periodo di immissione in commercio in Italia è a partire dalle 00.01 del 30 ottobre dell’annata di produzione delle uve utilizzate, fino al 31 dicembre [2].
  • la gradazione alcolica minima deve essere dell’11% in volume.”

 

“Per me l’uomo colto è colui che sa dove andare a cercare l’informazione nell’unico momento della sua vita in cui gli serve.” 
UMBERTO ECO

 

BUON SAN MARTINO A TUTTI E UN BRINDISI A VOI. 

SE VOLETE BALLARE VI RICORDIAMO LA NOSTRA PLAYLIST MUSICALE CLICCATE QUI

Articolo successivoRead more articles

Lascia un commento